Nell’ambito del proprio sviluppo, Hotelis ha lanciato una nuova collaborazione con Goran Matkovic. Quest’ultimo incarica da diversi anni alcuni collaboratori interinali di seguire grandi eventi organizzati in tutta la Svizzera. L’ampia rete e il know-how nel settore degli eventi consentono alla società, che opera nel settore alberghiero e della ristorazione, di consolidare la propria presenza nella Svizzera tedesca, dove è presente nelle città di Berna e Zurigo.

La chiusura obbligatoria di tutti gli stabilimenti pubblici a causa della pandemia ha colpito gravemente gli operatori nel settore alberghiero e della ristorazione, in Svizzera come negli altri Paesi. La progressiva vaccinazione delle popolazioni e la costante diminuzione del numero di nuovi casi ha determinato, negli ultimi mesi, un gradito ritorno a una forma di normalità. Tutto ciò ha comportato una ripresa delle attività, consentendo ai professionisti di riallacciare legami con la propria professione e i propri clienti. Sebbene il contesto di fine anno rappresenti una sfida, la nuova collaborazione fra Hotelis e Goran Matkovic invia comunque un segnale positivo a tutto il mercato, che può ragionevolmente conservare l’autorizzazione legata all’organizzare eventi di medie e grandi dimensioni.

Sviluppo nella Svizzera tedesca

Nella Svizzera tedesca, luogo in cui lavora, Goran Matkovic collabora da diversi anni con gli organizzatori di grandi eventi emblematici. Dalla scorsa estate, la sua ampia rete e il suo know-how nel settore degli eventi sono al servizio di Hotelis. “Siamo lieti di poter attualmente contare sul contribuito di Goran Matkovic, che ci permetterà di continuare a sviluppare le nostre attività nella Svizzera tedesca. Questa partnership nasce a pochi mesi dall’apertura, nel 2020, di una succursale a Berna. Qui proponiamo i nostri servizi ai professionisti nel settore alberghiero e della ristorazione, presenti nella capitale e nella regione. La nuova sede si aggiunge alla nostra filiale di Zurigo”, commenta Lionel Fontaine, direttore di Hotelis.

In generale, Hotelis assiste già da qualche tempo a una significativa ripresa della domanda. Anzi, la tendenza si è intensificata da quando si sono consolidati alcuni comportamenti. “Riceviamo segnali positivi anche dai nostri partner del settore, che rimangono generalmente fiduciosi dopo aver assistito, quest’estate, al ritorno della clientela americana, fra le altre. In questa prospettiva, Hotelis è orgogliosa di proporre ai clienti soluzioni innovative”, prosegue Lionel Fontaine.

Gestire al meglio i costi del personale

Più che mai, la società si rivela un partner indispensabile. “Prima della pandemia, il settore alberghiero e della ristorazione riusciva a disporre di personale fisso, perché il numero di persone che frequentava gli stabilimenti era costante. In seguito alla contrazione del turismo mondiale e degli eventi, il settore ha dovuto fare i conti con team di dimensioni ridotte. Hotelis consente di gestire i flussi e controllare i costi del personale, una strategia vincente in questo periodo di ripresa dopo la crisi.”

Per le aziende, naturalmente, il vantaggio è dover pagare unicamente le ore di lavoro. Tale modello è molto apprezzato poiché offre una gradita flessibilità in un periodo caratterizzato da incertezze considerevoli. È evidente che se uno stabilimento è redditizio unicamente durante i fine settimana deve poter adattare le proprie esigenze di personale. “Si tratta di un modello per il futuro che vale sia per i datori di lavoro, sia per i dipendenti: le generazioni giovani sono lavoratori flessibili che tengono alla propria libertà più che a ogni altra cosa”, conclude Lionel Fontaine.

  • Condividi questo post