Ascolto reciproco e orgoglio ben riposto

Raymond Knigge, Presidente e fondatore di Interiman Group, annuncia un ulteriore esercizio record, con un aumento delle vendite di tre volte superiore al mercato nel 2021. La realizzazione di una strategia che dal 1998 punta sulla specializzazione e la cui implementazione fruttuosa dipende largamente dall’impegno quotidiano dei team, sostenuti da una direzione che promuove ascolto reciproco e sostenibilità. Prossimo obiettivo: il 10% delle quote di mercato in Svizzera.  

L’esercizio 2021 di Interiman Group si conclude con un nuovo record. Le nostre vendite sono aumentate del 33%, raggiungendo 481 milioni di franchi, una prestazione tre volte superiore rispetto al mercato, che complessivamente è aumentato dell’11,1%. Solo nel mese di novembre, il nostro fatturato ha raggiunto i 52 milioni di franchi e, negli ultimi dodici mesi, abbiamo raggiunto il traguardo del 10% delle quote di mercato nei due cantoni romandi, il canton Vallese e Friburgo. Questo risultato, per quanto splendido, rappresenta soltanto una tappa nel nostro percorso. Il prossimo obiettivo? Ottenere il 10% delle quote di mercato in tutti i cantoni svizzeri.

Umiltà e impegno costante

Per i nostri traguardi del passato e le nostre vittorie del futuro, siamo grati ai nostri team. Sono loro a incarnare ogni giorno la filosofia di Interiman Group che fin dalla sua creazione, nel 1998, ruota intorno a un valore fondamentale: l’ascolto reciproco.

Dietro la semplicità di questo concetto si nasconde una forma di saggezza che coltiviamo da quasi venticinque anni. Questa saggezza consiste nell’ascoltare le nostre collaboratrici e i nostri collaboratori, come anche le figure che deleghiamo e le aziende che si fidano di noi. È semplice ascoltare? No, richiede grande umiltà e impegno costante. Senza parlare del fatto che scardina le nostre certezze e impone a intervalli regolari di rimettersi in discussione. Tuttavia, il gioco vale la candela: è grazie a questi ideali che il fatturato del gruppo è passato da zero franchi nel gennaio 1998 a 481 milioni alla fine del 2021.

Un orgoglio ben riposto

Il nostro successo dipende inoltre da diverse scelte strategiche, altrettanto gratificanti. In primo luogo la politica di specializzazione, che fin dall’inizio ha comportato la creazione di appositi marchi. In seguito, la volontà di offrire servizi che abbraccino l’intera gamma delle Risorse Umane (il nostro celebre approccio a 360°), con una particolare attenzione agli aspetti relativi alla sicurezza (Securiman), alla formazione (Hotelis, Medicalis TACK-TMI) e all’outplacement (Humanys Solutions). Si aggiunge, infine, lo spiccato impegno sociale e ambientale, che si è tradotto principalmente nella certificazione Great Place to Work, conferitaci da un ente indipendente che premia le aziende che offrono un ambiente di lavoro piacevole e stimolante, ma anche nelle certificazioni ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001, relative rispettivamente alla qualità dei servizi, alla gestione ambientale e alla salute e sicurezza sul lavoro.

Considerato il successo del nostro modello, il rischio sarebbe adagiarsi sugli allori. Non è questo il caso. Da un lato, l’esperienza ci ha mostrato che il sistema economico risponde a una logica ciclica, che ci spinge a rimanere sempre vigili; dall’altro, sulla base dei risultati incoraggianti, possiamo ora puntare a nuovi obiettivi, non solamente finanziari. Direi che la questione principale è il sentimento di orgoglio personale nei confronti di Interiman Group. Di cosa si tratta? Della dedizione al marchio da parte delle collaboratrici e dei collaboratori, come anche dei nostri clienti. Attenzione, però, in questo caso non si tratta di propositi vani e futili, quanto di un orgoglio ben riposto, che si nutre dell’ascolto reciproco, posto al cuore della nostra filosofia, la cui forza motrice è la perenne ricerca dell’eccellenza.

La pandemia ha colpito duramente diversi settori economici, alcuni continuano a patirne le conseguenze o registrano una forte carenza di mano d’opera qualificata. Interiman Group, partner degli operatori svizzeri dal 1998, è pronto a prestare il proprio aiuto. Ancora più significativo è che il gruppo sia pronto ad ascoltarli, per affrontare con orgoglio le sfide del domani. 

Raymond Knigge

Presidente e fondatore di Interiman Group

  • Condividi questo post